- Home
- News
- Forum
- Contatti e Iscrizioni
- Attività della Bottega
- MiniOlimpiadi 1°Ediz.
- Pubblicazioni della Bottega
- Foto Città Vecchia-Escurs.M/N
- Foto Treno Storico-Lecce
- Foto presepi e vie di Napoli
- Foto Omaggio a Diego Marturano
- Foto Lungo i sentieri Circumma
- Foto Passeggiando nell`Isola
- Foto Don Diego e la città Perd
- Convenzioni con Associazioni
- Progetto Irresistibile Fougez
- Dedicato a Aldo Moro
- Foto escursione barca didattic







Attività della Bottega


NEL CONFRONTO E NEL DIALOGO C`E` SPAZIO PER LE IDEE DI TUTTI


L’Associazione di promozione socio-culturale “La Bottega delle Idee”, nata nel novembre 2007 come progetto d’incontro tra la cultura cattolica e laico-riformista, aperta alla partecipazione attiva dei cittadini, volendo contribuire alla rinascita culturale e civile di Taranto, ha svolto sino ad oggi la seguente attività:


ATTIVITA` 2017

Anche il 2017 è stato dedicato per lo più al progetto “Irresistibile Fougez”, già iniziato lo scorso anno. In particolare, dopo la proiezione in prima nazionale del 19 dicembre u.s. al Teatro Orfeo di Taranto del film Fiore selvaggio, restaurato grazie a una convenzione tra la Cineteca Nazionale di Roma, l’Associazione La Bottega delle Idee di Taranto e Apulia Film Commission, in una serata davvero speciale, il progetto è proseguito nel mese di febbraio con la presentazione, attraverso un reading letterario nel foyer del Teatro Orfeo, del libro-catalogo dedicato alla biografia della diva, pubblicato per la editrice Scorpione.
Nei mesi di marzo e aprile, presso la galleria comunale del Castello Aragonese di Taranto, vi è stato l’allestimento della mostra interamente dedicata all’artista tarantina Anna Fougez, curata dallo scenografo Pasquale Strippoli.
Sono stati esposti i fotogrammi restaurati del film Fiore selvaggio, le fotografie dei suoi spettacoli, della sua vita privata, delle locandine e delle copertine dei suoi dischi, delle lettere autografe, di articoli e ritagli di stampa e altri oggetti appartenuti alla grande diva. Materiale, di grande interesse storico e culturale, già prelevato presso gli archivi della Biblioteca Nazionale della SIAE, dell’Istituto Luce, della Cineteca Nazionale di Roma, del Museo del Cinema di Torino e di collezionisti privati che hanno concesso alla Bottega delle Idee l’utilizzo esclusivo del materiale.
I visitatori, più di un migliaio, sono stati guidati attraverso un percorso che gli ha immersi nella fantastica atmosfera di quegli anni a partire dalla Belle Epoque, al Cafè Chantant, sino al Varietà e alla metà del ‘900.
Il 28 maggio, inoltre, è stata apposta una targa commemorativa in vico Innocentini ang. Via Duomo, nella città vecchia di Taranto, luogo dove nacque il 9 luglio 1894 Maria Annina Pappacena in arte Anna Fougez, a cura delle Associazioni La Bottega delle Idee e Nobilissima Taranto.
Ricordiamo che, l’intero progetto è prodotto in partnership con la Regione Puglia, il Comune di Taranto, la Cineteca Nazionale, Apulia Film Commission, il Teatro Orfeo, l`Agenzia di Sviluppo Terra Jonica e Programma Sviluppo. Ha, inoltre, il patrocinio morale di Puglia Promozione, della Provincia di Taranto, del Teatro Pubblico Pugliese, della SIAE e di RAI Teche.

LA BOTTEGA DELLE IDEE
www.labottegadelleideetaranto.it
bottegadelleidee.bot@alice.it
info@labottegadelleideetaranto.it

----------------
--------------------------

Nel mese di marzo, la Bottega delle Idee ha collaborato all’iniziativa DONNASUD organizzata presso il Dipartimento Jonico dell’Università agli Studi di Bari. Una manifestazione dedicata alle donne, ma non solo, per raccontarsi, scoprirsi, liberarsi, piacersi, immaginarsi, amarsi. Una bella occasione d’incontro per confrontarsi sui diversi temi d’attualità ma, anche, per poter esprimere artisticamente il mondo della donna, attraverso dibattiti, mostre e testimonianze. Il pubblico ha risposto molto positivamente.

LA BOTTEGA DELLE IDEE
www.labottegadelleideetaranto.it
bottegadelleidee.bot@alice.it
info@labottegadelleideetaranto.it

----------------
--------------------------

Nel mese di ottobre l’Associazione ha partecipato con il progetto “Irresistibile Fougez” alle Giornate del Cinema Muto - Pordenone Silent Film Festival che si è tenuto al Teatro Verdi di Pordenone dal 30 settembre al 7 ottobre del 2017.
Le Giornate del Cinema Muto rappresentano la principale manifestazione internazionale dedicata alla conservazione, alla diffusione e allo studio del cinema senza traccia sonora, storicamente riconducibile al periodo antecedente l`avvento del sonoro.
All’interno della sezione “Riscoperte e restauri” lunedì 2 ottobre è stato presentato il film Fiore Selvaggio 1921 per la regia di Gustavo Serena, che ha come protagonista la splendida attrice tarantina Anna Fougez.
Per tutta la durata del Festival è stata allestita in una delle sale superiori del Teatro Verdi una parte della mostra dedicata all’artista che La Bottega delle Idee ha prodotto e presentato al Castello Aragonese di Taranto nella primavera di quest’anno. In particolare sono stati esposti 42 cartelloni fotografici che fanno riferimento al periodo cinematografico della Fougez (1917-1922).
Inoltre, nella sezione FilmFair, nella serata del 2 ottobre è stato presentato il libro “Irresistibile Fougez – Biografia di una diva” per la Scorpione editrice.
L’invito alla partecipazione e collaborazione è arrivato dal Presidente del Festival Livio Jacob.
La Bottega delle Idee è stata tra i partner dell’intera manifestazione.
Sicuramente un grande onore, oltre che per l’Associazione anche per Taranto, concorrere alla riscoperta di una grande diva, nata e sepolta nella nostra città, che ha riconquistato la scena di un pubblico internazionale.

LA BOTTEGA DELLE IDEE
www.labottegadelleideetaranto.it
bottegadelleidee.bot@alice.it
info@labottegadelleideetaranto.it

________________________
_____________________________


ATTIVITA` 2016

All’inizio dell’anno l’A.p.s. La Bottega delle Idee ha inteso sottoscrivere una serie di convenzioni con Associazioni o gruppi culturali che hanno riservato ai Soci alcune condizioni di favore relative ai cartelloni teatrali e/o musicali della stagione 2015/2016.
In particolare, protocolli d’intesa sono stati sottoscritti con l’Ass. Onlus Amici Della Musica Arcangelo Speranza, il Cinema Teatro Orfeo, il Teatro Crest e il Teatro Padre Turoldo di Taranto.

LA BOTTEGA DELLE IDEE
www.labottegadelleideetaranto.it
bottegadelleidee.bot@alice.it
info@labottegadelleideetaranto.it

----------------
--------------------------

Nel mese di marzo, in concomitanza con le festività pasquali e in particolare con la Settimana Santa, ha proposto e realizzato con l’Amministrazione Comunale di Taranto un percorso narrativo attraverso la poesia dialettale, che rappresenta il “parlato” del popolo, ricco di sentimento, di sogni, tristezza, ma anche di gioia, dove il linguaggio della poesia e la musicalità dei nostri canti popolari religiosi riescono a penetrare nel più profondo dell’anima di ciascuno. Il 24 marzo 2016 presso l’Ipogeo Passo di Ronda in via Cava nella città vecchia ha presentato “Pasca Tarantina”.

LA BOTTEGA DELLE IDEE
www.labottegadelleideetaranto.it
bottegadelleidee.bot@alice.it
info@labottegadelleideetaranto.it

----------------
--------------------------

Il 19 novembre ha organizzato, insieme al Circolo Culturale S. Maria della Scala e all’Associazione Culturale Vito Forleo, una serata in ricordo di Pino Salinaro, cataldiano doc, e Angelo Fanelli, autore e poeta dialettale tra i migliori. Una serata suggestiva, svoltasi nella Chiesa "Madonna della Scala" nel borgo antico di Taranto, pregna della commozione dei ricordi ma, anche, dell`ilarità tipica del nostro vernacolo, che abbiamo il dovere di riscoprire e tramandare. Un buon successo di pubblico e calorosi applausi hanno fatto da cornice alla manifestazione.

LA BOTTEGA DELLE IDEE
www.labottegadelleideetaranto.it
bottegadelleidee.bot@alice.it
info@labottegadelleideetaranto.it

----------------
--------------------------

Il vero fiore all’occhiello, che ha caratterizzato tutto il lavoro dell’anno, è stato il progetto dal titolo “Irresistibile Fougez”. L`iniziativa, volta alla conoscenza delle matrici culturali, della storia, della memoria e delle testimonianze civili di Taranto e della Puglia, ha avuto lo scopo di dedicare, nel 50° anniversario dalla sua morte, l’intero 2016 alla memoria di Anna Fougez, grande artista tarantina, personaggio poliedrico della storia del Varietà italiano, che furoreggiò sui palcoscenici fra gli anni venti e trenta del secolo scorso.
La prima parte dell’attività, completata nel primo semestre dell’anno, è consistita nella catalogazione e nella raccolta di lettere, fotografie, locandine, abiti di scena, filmati d’epoca, registrazioni audio, spartiti, corrispondenza autografa, articoli e ritagli di stampa, di grande interesse storico e culturale, inerenti l’attività artistica della Fougez, ottenendo la concessione del materiale da RAI Teche, Biblioteca della SIAE, Istituto Luce, Cineteca Nazionale di Roma e da collezionisti privati.
La seconda parte del progetto, da completare nel prossimo anno, ha visto la realizzazione della proiezione in prima nazionale del film Fiore selvaggio, avvenuta al Teatro Orfeo di Taranto il 19 dicembre in una serata di gala, con un pubblico che ha gremito la sala e tributato un grande successo alla manifestazione.
Il tutto è stato reso possibile grazie alla convenzione sottoscritta tra la Bottega delle Idee, la Cineteca Nazionale di Roma, proprietaria della pellicola, e Apulia Film Commission. Il progetto di restauro dell’unica copia esistente al mondo ha, infatti, permesso la valorizzazione di una grande attrice e protagonista del varietà degli anni 20/40 come Anna Fougez e di un regista, Gustavo Serena, tra i più rilevanti dell`epoca, che ebbe la capacità di dirigere interpreti come Francesca Bertini nell`Assunta Spina.
E’ stato un evento di grande spessore culturale e di alto livello mediatico. Un risultato di estremo interesse quello di recuperare e far conoscere al grande pubblico un pezzo di storia del cinema muto di quegli anni, per troppo tempo dimenticato. Senza tralasciare il fatto che Fiore selvaggio è considerato tra i cento film del cinema muto d’importanza nazionale.
Un accurato programma di promozione ha permesso di raggiungere un risultato di eccellenza, grazie anche ai patrocini della Regione Puglia, del Comune e della Provincia di Taranto, della Cineteca Nazionale di Roma, della Fondazione Apulia Film Commission, della Fondazione Taranto e la Magna Grecia, del Teatro Pubblico Pugliese, della Biblioteca della SIAE, della Rai Teche, e di alcuni Enti e Imprese private del territorio.

LA BOTTEGA DELLE IDEE
www.labottegadelleideetaranto.it
bottegadelleidee.bot@alice.it
info@labottegadelleideetaranto.it

----------------
--------------------------

La Bottega delle Idee, grazie al progetto “Irresistibile Fougez”, è rientrata tra i partner del Taranto Film Festival che si svolto dall’11 al 18 dicembre in varie location della città, il cui obiettivo era mirato alla rigenerazione urbana del territorio passando attraverso la cultura e lo spettacolo. Una splendida opportunità di promozione del territorio, riscoperta dell’identità, sinergia tra le realtà locali, con l’obiettivo di un futuro condiviso. Esattamente i nostri obiettivi statutari.

LA BOTTEGA DELLE IDEE
www.labottegadelleideetaranto.it
bottegadelleidee.bot@alice.it
info@labottegadelleideetaranto.it

________________________
_____________________________


ATTIVITA` 2015


“ #IOLEGGOPERCHE’ ” – Messaggeri della lettura.

In occasione della giornata nazionale del libro, indetta pe il 23 aprile 2015, “La Bottega delle Idee” ha aderito all’iniziativa #ioleggoperché, dell`Associazione Italiana Editori, in cui i protagonisti sono i libri e i lettori. Una grande iniziativa nazionale di promozione del libro e della lettura rivolta ai futuri lettori, fondata sulla passione dei lettori di ogni età ed estrazione, con l’obiettivo di stimolare chi legge poco o chi non legge: parliamo di ben più della metà degli italiani.
Siamo diventati dei “Messaggeri della lettura” attivando dei gruppi di lettura e organizzando un incontro, un evento speciale, sul quale ci siamo confrontati. Abbiamo distribuito ai nostri soci i libri ricevuti dall’organizzazione AIE.

LA BOTTEGA DELLE IDEE
www.labottegadelleideetaranto.it
bottegadelleidee.bot@alice.it
info@labottegadelleideetaranto.it

----------------
--------------------------

“ ENCICLOPEDIA ESSENZIALE TARANTINA” #ioleggoperchè.

Venerdì 15 maggio 2015 presso la libreria Ubik in via Di Palma a Taranto l’A.p.S.“La Bottega delle idee” ha presentato il secondo volume della “Enciclopedia essenziale Tarantina” di Roberto Cofano per le Edizioni Archita. Schede storiche su personaggi che hanno, in qualche modo, segnato le vicende della città di Taranto, dalla sua nascita fino ai giorni nostri.
L`iniziativa è rientrata in quella ben più ampia e di carattere nazionale intitolata ?#?ioleggoperchè?. Siamo diventati "messaggeri" perché la lettura è una passione da condividere e, noi, abbiamo voluto condividerla con i tarantini, con i nostri Soci, con tutti coloro che ci seguono.
Sono intervenuti Luigi Calabrese (Presidente della “Bottega”) e Silvano Trevisani (Giornalista), mentre le letture saranno curate da Adriano Calzolaro e il commento musicale da Luca Piccinni.

LA BOTTEGA DELLE IDEE
www.labottegadelleideetaranto.it
bottegadelleidee.bot@alice.it
info@labottegadelleideetaranto.it


________________________
_____________________________


ATTIVITA` 2014

VENERDI` 19 DICEMBRE 2014
a Palazzo Fornaro
Museo Maria D’Enghien
via Duomo nella città vecchia
“ DON DIEGO E LA CITTA` PERDUTA”
Storia, poesia e teatro popolare

Una serata dedicata alla figura del poeta e commediografo dialettale Diego Marturano che ha sicuramente rappresentato al meglio il tessuto sociale di una città oggi dimenticata.
Parlare di Taranto e del suo dialetto, significa parlare di Diego Marturano.
La loro vita, la loro storia s’intersecano continuamente sino a creare un racconto bellissimo che diventa realtà. Quel legame alla sua terra che in tutti i suoi scritti Marturano mette in evidenza, quella devozione filiale alla città che gli ha dato i natali e al dialetto tarantino di cui è stato grande conoscitore, l’hanno reso un personaggio unico e, ancor oggi, indimenticabile.
Per questo l’associazione “LA BOTTEGA DELLE IDEE”, che persegue esclusivamente scopi di promozione sociale improntati alla diffusione della conoscenza a favore della rinascita culturale e civile di Taranto, intende, attraverso il progetto “Taranto – Il riscatto della memoria”, offrire alla città una riflessione autorevole sul pensiero e le opere di questo grande e vero tarantino.
La serata rientra nella programmazione della manifestazione
Natale nell’Isola… dei presepi,
tutta improntata alla riscoperta delle nostre radici, dove grazie all’impegno delle Associazioni “TERRA”, “NOBILISSIMA TARANTO”, della CAMERA DI COMMERCIO e dell’ARCIDIOCESI DI TARANTO, insieme a tante altre associazioni, gruppi, e semplici cittadini, il capoluogo ionico si candida per la prima volta ad essere luogo di incontro e promozione delle tradizioni e delle eccellenze locali, mettendo una accanto alle altre scene dei presepi viventi, eventi, mostre artistiche, pièce teatrali, concerti, incontri culturali, degustazioni e tanto, tanto altro per un fantastico Natale tarantino.

LA BOTTEGA DELLE IDEE
www.labottegadelleideetaranto.it
bottegadelleidee.bot@alice.it
info@labottegadelleideetaranto.it

----------------
--------------------------

SABATO 1 NOVEMBRE 2014
“Alla riscoperta dell’identità perduta”
Passeggiando nell`Isola, tra Ipogei, palazzi nobiliari e terrazze panoramiche

Ancora una scelta questa della “Bottega delle Idee” inserita nel progetto“Alla riscoperta dell’identità perduta”, che già da qualche anno portiamo avanti. Un ritorno alle tradizioni, a quella cultura popolare ricca di antica sapienza che rappresenta la nostra identità storica. Si è rivelata un’occasione per conoscere una Taranto sconosciuta a molti ed incredibilmente affascinante, accompagnati dall’amico NELLO DE GREGORIO.

Insieme abbiamo scoperto come la Città Vecchia risulta essere attraversata da una miriade di cavità sotterranee disseminate sotto tutti i palazzi nobiliari, conventi, chiese.
Gran parte di tali cavità fanno parte di un contesto stratigrafico risalente al periodo greco, dove è interessante individuare tratti murari, fondazioni di edifici o aree pubbliche, aree templari ed assi stradali antichi e periodi storici specifici, funzionalità primaria ed attuale.

Tra le caratteristiche delle forme dell’insediamento tardo antico e altomedievale abbiamo visto come vi era la tendenza a ricavare abitazioni, luoghi di culto e ambienti produttivi scavando il banco calcarenitico.

Abbiamo ammirato le bellezze degli ipogei produttivi come frantoi, forni e fornaci, fogge granarie, ma anche il fascino degli Ipogei funerari, passeggiando ammirando i colori e le tonalità cromatiche dei nostri due mari, ma anche dei nostri palazzi nobiliari e delle terrazze panoramiche.
La passeggiata è proseguita lungo il tratto che doveva essere alla base delle mura greche e bizantine, fra via Cava e salita San Martino e quelli lungo il fronte prospiciente il mar Grande al di sotto della “Ringhiera”.
Un viaggio tra le pieghe della storia dell’Isola. Un viaggio nella nostra Taranto.

LA BOTTEGA DELLE IDEE
www.labottegadelleideetaranto.it
bottegadelleidee.bot@alice.it
info@labottegadelleideetaranto.it

----------------
--------------------------

Domenica 19 ottobre:
“Alla riscoperta dell’identità perduta”
Lungo i sentieri della Circumarpiccolo

Una scelta questa della “Bottega delle Idee” inserita nel progetto“Alla riscoperta dell’identità perduta”, che già da qualche anno portiamo avanti. Un ritorno alle tradizioni, a quella cultura popolare e agricola ricca di antica sapienza che rappresenta la nostra identità storica. E` stata un’occasione per conoscere una Taranto sconosciuta a molti ed incredibilmente affascinante, accompagnati dalla Prof.ssa ENZA TOMASELLI.
La magia delle acque chete del mar piccolo hanno attratto lo sguardo dei soci della Bottega. Inoltrandoci lungo i suoi sentieri è stato possibile ammirare, costeggiando il canale Ajedda, un percorso che appare come inno al CARSISMO, con tutte le strane forme che nel tempo sono state scolpite sulla roccia. Abbiamo ammirato gli alberi delle giuggiole all’interno di questa macchia mediterranea veramente affascinante.
L`itinerario è partito dalla Masseria S.Pietro (HISTO`), l’antico borgo storico restaurato e splendidamente arredato, dove abbiamo potuto ammirare l`acquedotto romano sotto la basilica, il frantoio ipogeo, la necropoli greca e medievale.
Intorno alla circumarpiccolo, infatti, sono presenti antiche cave e molte tombe a fossa, testimonianza delle civiltà che si sono succedute nella storia.
Poi abbiamo inoltrato i tratturi di campagna, godendo la bellezza di una meravigliosa grotta carsica, una casetta immersa nel verde con vista mar piccolo, dove abbiamo fatto una breve sosta, una fantastica lama carsica, la zona che si avvicina al mar piccolo e , infine siamo arrivati al Convento.
Il Convento dei Battendieri e le fresche acque del fiume Cervaro, dove un tempo i frati “battevano” le lane , che utilizzavano per i sai di tutta la regione. Un posto, dove storia, natura e geologia si intrecciano per regalare un ambiente profondamente ameno!

LA BOTTEGA DELLE IDEE
www.labottegadelleideetaranto.it
bottegadelleidee.bot@alice.it
info@labottegadelleideetaranto.it

----------------
--------------------------
Mercoledì 9 aprile 2014 al Teatro Orfeo di Taranto le Associazioni culturali GRANDE ORCHESTRA DI FIATI SANTA CECILIA–Città di Taranto, “LA BOTTEGA DELLE IDEE” di Taranto e “LO SCAPOLARE” di Pulsano, hanno presentato insieme un grande evento della Settimana Santa

"Le Note della Passione"

Taranto, la Settimana Santa e le sue Musiche

Il maestro Giuseppe Gregucci ha diretto la Grande Orchestra di Fiati Santa Cecilia di Taranto in
un concerto dedicato a tutti gli appassionati delle musiche della Settimana Santa Tarantina, con il patrocinio dei Comuni di Taranto e Pulsano e dell’Associazione Settimana Santa in Puglia.
Attraverso questo evento le tre Associazioni promotrici, impegnate in una continua ricerca di convergenze e sinergie, hanno inteso contribuire a favorire la rinascita socio-culturale del nostro territorio, valorizzandone il patrimonio storico e musicale.
La manifestazione ha aperto ufficialmente le celebrazioni per il centenario dello storico Teatro Orfeo di Taranto, nel cui foyer è stata allestita un’esposizione di quadri e fotografie di arte sacra degli artisti Alfredo Pompilio e Carmine La Fratta.
Per l’occasione è stato distribuito gratuitamente ai presenti il nuovo CD “Mater Lacrimosa” prodotto dal G.O.F. Santa Cecilia.

LA BOTTEGA DELLE IDEE
www.labottegadelleideetaranto.it
bottegadelleidee.bot@alice.it
info@labottegadelleideetaranto.it

________________________
_____________________________


ATTIVITA` 2013


"GIOVANNI DELLI PONTI UN D’ARTAGNAN TARANTINO”

Nel mese di Maggio si è proposta una serata di presentazione del libro tascabile, "GIOVANNI DELLI PONTI UN D’ARTAGNAN TARANTINO”, un "pocketbook", scritto da Roberto Conte e pubblicato nel dicembre 2012 per “La Bottega delle Idee” dalla Scorpione Editrice. Una nuova sperimentazione e un investimento per la “Bottega” e per l’autore, nostro socio.
La serata è stata proposta ai soli soci dell’Associazione.
Purtroppo, la difficile crisi che attraversa il nostro Paese e il nostro territorio non hanno permesso una programmazione più corposa come fatto negli anni precedenti, anche se i soci hanno potuto usufruire del sito web dell’Associazione www.labottegadelleideetaranto.it continuamente aggiornato, rispetto a tutte le iniziative culturali proposte anche da altre associazioni o Enti

LA BOTTEGA DELLE IDEE
www.labottegadelleideetaranto.it
bottegadelleidee.bot@alice.it
info@labottegadelleideetaranto.it

________________________
_____________________________


ATTIVITA` 2012

"Giovanni Delli Ponti - Un D`Artagnan tarantino"

Un piccolo libro tascabile, un "pocketbook", scritto da Roberto Conte e pubblicato per “La Bottega delle Idee” dalla Scorpione Editrice.
Una nuova sperimentazione e un investimento per la “Bottega” e per l’autore, nostro socio.
Un tascabile "popolare" più conveniente, corrispondente ai "mass market paperback" anglosassoni, con una grafica essenziale, senza frange, presentazioni inutili e soprattutto con un prezzo molto contenuto.
Si tratta di una ricerca sul nostro concittadino Giovanni delli Ponti, le cui gesta sono certamente più note in Spagna, dove combatté ed ebbe fama durante la seicentesca guerra dei trent’anni, che nel suo paese e nella sua città natale. Un nobile tarantino di cui conosciamo solo il palazzo nobiliare, edificato agli inizi del XVIII sec. Uno dei più significativi edifici della città vecchia, che sorge in una posizione privilegiata, a cavallo del “salto di quota”, fra la parte alta e la parte bassa dell’isola, nella zona compresa tra via di mezzo, largo Gennarini e la “postierla” Immacolata.
La storia della vita di un personaggio adatta ad un racconto di cappa e spada che, “se avesse avuto la fortuna d’interessare un Alexandre Dumas nostrano, magari oggi verrebbe ricordato come un altro d’Artagnan, un d’Artagnan tarantino”.
Con la pubblicazione di questo breve racconto la “Bottega” intende aprire la breccia della lettura della nostra storia locale ai nuovi fruitori e soprattutto alle giovani generazioni di studenti.


LA BOTTEGA DELLE IDEE
www.labottegadelleideetaranto.it
bottegadelleidee.bot@alice.it
info@labottegadelleideetaranto.it

----------------
--------------------------

"CATALDUS"

Lunedì 7 maggio si è svolta nell` ex Convento di Santa Chiara nella Città Vecchia, accanto alla Cattedrale, la 2° edizione della RIEVOCAZIONE STORICA del rinvenimento dei resti mortali di San Cataldo che la tradizione colloca nell’anno 1071.
La manifestazione è stata organizzata dall’Associazione “LA BOTTEGA DELLE IDEE” e dall’Associazione Storico Culturale “I CAVALIERI DE LI TERRE TARANTINE”, che operano ormai da più di un quinquennio a favore delle tradizioni, della storia e della cultura del nostro territorio in collaborazione con l’Associazione “MILITES FRIDERICI II” di Oria.
L’azione scenica, con personaggi in rigoroso abito medioevale, si è svolta all`interno del chiostro dell`ex convento, oggi sede del tribunale dei minori, dove è stato ambientato il luogo in cui si scavavano le fondamenta per la riedificazione della cattedrale della città, distrutta dai saraceni nel 927.
Durante l’ambientazione simulata è avvenuto il ritrovamento di una tomba importante, contenente una crocetta aurea, e i resti del corpo del Santo, che successivamente sono stati portati in processione sotto l’altare maggiore della Cattedrale da popolani, nobili e milizie del tempo che hanno sfilato tra due ali di folla.

Alla manifestazione, che è rientrata nella programmazione dei festeggiamenti in onore di San Cataldo protettore della Città e dell’Arcidiocesi di Taranto, hanno partecipato con i propri gonfaloni alcuni comuni della provincia facenti parte dell’Arcidiocesi di Taranto, esprimendo così un chiaro significato d’adesione e solidarietà dell’intera comunità diocesana.

L`intento è stato quello della valorizzazione e riscoperta delle tradizioni storico-culturali del nostro popolo, in quanto attraverso questo processo di “archeologia sperimentale” si è in grado di capire in maniera più completa il passato.

Si auspica che tale manifestazione continui ad essere un punto fermo dei festeggiamenti del nostro Santo Patrono e che possa servire a incoraggiare un turismo non solo religioso a favore del nostro territorio.

LA BOTTEGA DELLE IDEE
www.labottegadelleideetaranto.it
bottegadelleidee.bot@alice.it
info@labottegadelleideetaranto.it

----------------
--------------------------

"PERDONANZA"

Mercoledì Santo 4 aprile 2012 alle ore 17:30, nel salone di rappresentanza della Provincia di Taranto, si è svolta la manifestazione “PERDONANZA –Tracce di meditazione in preparazione dei Sacri Riti tarantini della Settimana Santa”.
L’evento nasce dall’esigenza di meglio conoscere e comprendere la profondità dei Sacri Riti che durante la Settimana Santa coinvolgono l’intera cittadinanza tarantina in un afflato di pietà popolare.
La serata è stata divisa in vari frammenti che hanno permesso allo spettatore di entrare nel contesto di quest’affascinante appuntamento che tutti i tarantini e non solo aspettano con trepidante attesa.
E’ chiaro che i protagonisti sono state le Confraternite del Carmine e dell’Addolorata, da secoli custodi dei Riti.
La fede quindi che si sposa con la tradizione. Un percorso che ci parla di quest’anima incappucciata che per due giorni in muto pellegrinaggio, attraverso la lenta “nazzicata” percorrendo la città, riunisce il popolo attorno ad un dolore struggente, quello della Vergine Maria che accompagna il cammino di Gesù verso la morte, esplodendo in una gioiosa esultanza per la Pasqua, che rappresenta il passaggio dalla morte alla vita, non solo per Gesù ma per tutti noi cristiani.
Un percorso in cui anche la poesia popolare riveste un ruolo importante, legato agli struggenti momenti di pietà che vive la cittadinanza. Per questo sono stati declamati alcuni componimenti poetici che hanno calato gli intervenuti nel pieno della " SUMANA SANDA ".
Così come le “Marce Funebri” che rappresentano un connubio imprescindibile che, attraverso quelle struggenti note, hanno accompagnato l`evento in quel mistico e spirituale momento che noi tarantini e soprattutto confratelli aspettiamo per un intero anno.

Sono intervenuti:

Mons. Marco Gerardo e Mons. Cosimo Quaranta, Padri spirituali delle due Confraternite, che, insieme ai Priori, il Cav. Antonello Papalia e il Prof. Antonio Liuzzi, hanno analizzato l’espressione della cultura e della tradizione, quale matrice religiosa del nostro popolo.
Il Prof. Giovanni Gigante, ricercatore delle tradizioni musicali popolari tarantine, ha parlato della sua appassionata opera di ricerca e del recupero dei versi e delle cantilene popolari, accostate ad alcune tra le più belle marce funebri.
Mentre il commento musicale è stato curato dalla Grande Orchestra di Fiati “Santa Cecilia”di Taranto, diretta dal M°. Giuseppe Gregucci.
Il coordinamento della serata è stato affidato a Luigi Calabrese.

Durante lo svolgimento della serata sono inoltre stati proiettati alcuni filmati con immagini storiche e di particolare bellezza.

La manifestazione è stata patrocinata dal Comune e dalla Provincia di Taranto, dall’Arciconfraternita del Carmine, dalla Confraternita di Maria SS. Addolorata e da Puglia Promozione.


LA BOTTEGA DELLE IDEE
www.labottegadelleideetaranto.it
bottegadelleidee.bot@alice.it
info@labottegadelleideetaranto.it
_______________________________
_______________________________


ATTIVITA` 2011

"OMAGGIO A DIEGO MARTURANO"

Giovedì 5 maggio 2011 si è svolta nel salone di rappresentanza della Provincia di Taranto la manifestazione “OMAGGIO A DIEGO MARTURANO”.
Una serata dedicata alla figura del poeta e commediografo dialettale che ha sicuramente rappresentato al meglio il tessuto sociale di una città oggi dimenticata.
Parlare di Taranto e del suo dialetto, significa parlare di Diego Marturano. La loro vita, la loro storia s’intersecano continuamente sino a creare un racconto bellissimo che diventa realtà. Quel legame alla sua terra che in tutti i suoi scritti Marturano mette in evidenza, quella devozione filiale alla città che gli ha dato i natali e al dialetto tarantino di cui è stato grande conoscitore, l’hanno reso un personaggio unico e, ancor oggi, indimenticabile.
Per questo l’associazione “LA BOTTEGA DELLE IDEE”, che persegue esclusivamente scopi di promozione sociale improntati alla diffusione della conoscenza a favore della rinascita culturale e civile di Taranto, intende, attraverso il progetto “Taranto – Il riscatto della memoria”, offrire alla città una riflessione autorevole sul pensiero e le opere di questo grande e vero tarantino.
Durante la serata, rientrata nella programmazione dei festeggiamenti in onore di San Cataldo protettore della Città e dell’Arcidiocesi di Taranto, è stato presentato il libro “Don Diego e la città perduta” di Luigi Calabrese per la editrice Scorpione. In esso viene ricostruita la storia di quest’uomo che da tutti era definito “Il cantore della Taranto che non c’è più”, curandone i vari aspetti, quello pubblico del poeta e commediografo, ma anche quello più intimo di padre, marito e uomo, parlando della Taranto del secolo scorso, soffermandosi poi sulla questione dialettale, percorrendo la storia delle Compagnie teatrali e delle Filodrammatiche tarantine del novecento, per poi arrivare a raccontare di quello splendido giornale che è stato ‘U Panarijdde che per vari decenni ha rappresentato la pubblica immagine della tarentinità.
Durante la manifestazione, patrocinata dal Comune e dalla Provincia di Taranto, dalla Regione Puglia e dalla Camera di Commercio di Taranto, è stato riservato uno spazio relativo alla proiezione di alcune immagini dedicate alla Taranto dei primi anni del ‘900 e alla recitazione di poesie e momenti scenici di particolare interesse.


LA BOTTEGA DELLE IDEE
www.labottegadelleideetaranto.it
bottegadelleidee.bot@alice.it
info@labottegadelleideetaranto.it
----------------
----------------

"CATALDUS"

Sabato 7 maggio 2011 si è svolta in piazza Arcivescovado nella Città Vecchia, accanto alla Cattedrale, un’affascinante RIEVOCAZIONE STORICA del rinvenimento dei resti mortali di San Cataldo che la tradizione colloca nell’anno 1071.
La manifestazione è stata organizzata dall’Associazione “LA BOTTEGA DELLE IDEE” e dall’Associazione Storico Culturale “I CAVALIERI DE LI TERRE TARANTINE”, che operano ormai da un quinquennio a favore delle tradizioni, della storia e della cultura del nostro territorio in collaborazione con l’Associazione “MILITES FRIDERICI II” di Oria.
L’azione scenica, con personaggi in rigoroso abito medioevale, si è svolta a ridosso della fiancata della Cattedrale dove è stato ambientato il luogo in cui si scavavano le fondamenta per la riedificazione della cattedrale della città, distrutta dai saraceni nel 927. Durante l’ambientazione simulata è avvenuto il ritrovamento di una tomba importante, contenente una crocetta aurea, e i resti del corpo del Santo, che successivamente sono stati portati in processione sotto l’altare maggiore della Cattedrale da popolani, nobili e milizie del tempo che hanno sfilato tra due ali di folla.
Alla manifestazione, che è rientrata nella programmazione dei festeggiamenti in onore di San Cataldo protettore della Città e dell’Arcidiocesi di Taranto, hanno partecipato con i propri gonfaloni alcuni comuni della provincia facenti parte dell’Arcidiocesi di Taranto, esprimendo così un chiaro significato d’adesione e solidarietà dell’intera comunità diocesana.
L`intento è stato quello della valorizzazione e riscoperta delle tradizioni storico-culturali del nostro popolo, in quanto attraverso questo processo di “archeologia sperimentale” si è in grado di capire in maniera più completa il passato.
Si auspica che tale manifestazione diventi un punto fermo dei festeggiamenti del nostro Santo Patrono e che possa servire a incoraggiare un turismo non solo religioso a favore del nostro territorio.

LA BOTTEGA DELLE IDEE
www.labottegadelleideetaranto.it
bottegadelleidee.bot@alice.it
info@labottegadelleideetaranto.it

_______________________________
_______________________________


ATTIVITA` 2010

"Ponti, vicoli e racconti"

Questo il titolo della trasmissione televisiva di BS Television andata in onda martedì 7 dicembre condotta da Deborah Notarnicola a cui ha partecipato Luigi Calabrese Presidente della Bottega delle Idee, per illustrare gli scopi e le attività dell`Associazione e per parlare, insieme ad Enzo Risolvo, delle tradizioni natalizie tarantine, nel solco del progetto "Alla riscoperta dell`identità perduta".

LA BOTTEGA DELLE IDEE
www.labottegadelleideetaranto.it
bottegadelleidee.bot@alice.it
info@labottegadelleideetaranto.it
----------------
----------------


“ ALLA RISCOPERTA DELL`IDENTITA` PERDUTA”

Con LA BOTTEGA DELLE IDEE tra i presepi e le vie di Napoli.

A conclusione dell`anno sociale 2010, continuando nell`impegno relativo all`associazionismo e alla socializzazione interna che hanno rappresentato l`attività prevalente degli ultimi mesi, consapevoli che il Natale e le sue tradizioni rappresentano un evento molto sentito da tutti noi, il 28 novembre u.s. abbiamo effettuato una visita tra i presepi e le vie di Napoli.
L`iniziativa molto apprezzata dai circa 50 soci partecipanti ha rappresentato, oltre che un momento di svago e aggregazione, la possibilità per alcuni amici simpatizzanti della Bottega di entrare a far parte della grande famiglia dell`associazionismo culturale.

LA BOTTEGA DELLE IDEE
www.labottegadelleideetaranto.it
bottegadelleidee.bot@alice.it
info@labottegadelleideetaranto.it
----------------
----------------

LA DECRESCITA FELICE

Venerdì 19/11/2010 attraverso l`emittente televisiva BS TV nella trasmissione 20 e 30 condotta da MARCO RUFFO si è parlato con LA BOTTEGA DELLE IDEE E ANTONIO FALERNO DI "BANCHE DEL TEMPO E SVILUPPO SOSTENIBILE" .
Noi, che come Bottega delle Idee abbiamo intrapreso da due anni un nuovo percorso, che guarda ad uno SVILUPPO SOSTENIBILE, quale via d`uscita da una crisi economica, sociale e istituzionale, continuiamo ad agire in un percorso di collaborazione proficua con chiunque intenda guardare a questo nuovo sistema di vita. In particolar modo con il mondo dell`associazionismo socio-solidale.

LA BOTTEGA DELLE IDEE
www.labottegadelleideetaranto.it
bottegadelleidee.bot@alice.it
info@labottegadelleideetaranto.it
----------------
----------------


LA DECRESCITA FELICE
"SI PUO` FARE ANCHE A TARANTO SI PUO` FARE"

L`8 novembre 2010, c/o la Galleria del Castello Aragonese di Taranto, Antonio Falerno, coofondatore dell` A.p.s. LA BOTTEGA DELLE IDEE ed autore del saggio “Dagli eccessi dello spreco alla cultura della sobrietà” (Ed. Archita - 2010 con il patrocinio dell’Associazione culturale “La bottega delle idee” a.p.s.), ha tenuto un incontro pubblico sulle tematiche legate alla decrescita, nel solco dell`iniziativa del Comune di Taranto conclusasi con il seminario tenuto da Serge Latouche, Professore emerito di Scienze Economiche dell`Università di Parigi XI.

LA BOTTEGA DELLE IDEE
www.labottegadelleideetaranto.it
bottegadelleidee.bot@alice.it
info@labottegadelleideetaranto.it
----------------
----------------


“ ALLA RISCOPERTA DELL`IDENTITA` PERDUTA”

ESCURSIONE IN MOTONAVE TRA I DUE MARI

Il terzo appuntamento per un ritorno alle tradizioni, a quella cultura popolare ricca di antica sapienza che rappresenta la nostra identità storica, senza però scivolare nel facile e patetico anacronismo.
VENERDI’ 10 SETTEMBRE 2010 si è svolta una nuova tappa verso LA RISCOPERTA DELL’IDENTITÀ PERDUTA, attraverso un’escursione serale tra i due mari, in motonave parlando di mare e dei suoi prodotti tipici in uno scenario fantastico e coinvolgente, riscoprendo un rapporto quasi figliare che ci porti ad amarlo e rispettarlo. Un programma già avviato nello scorso mese d’ottobre, in collaborazione con l’ASSOCIAZIONE TARANTO CENTRO STORICO, quando abbiamo effettuato, con un gran numero di soci, una visita guidata nel cuore della città vecchia, per ritrovare uno spaccato della vita tarantina di quel tempo, con tutta la ricchezza di sentimenti e di comportamenti propri dell’epoca, condita da aneddoti e usanze che ne caratterizzano la tipicità.
L’escursione nei mari di Taranto di circa 90 minuti, con l`ausilio culturale-turistico dell`amico Enzo Risolvo dell’ASSOCIAZIONE TARANTO CENTRO STORICO è stata riservata ai soci della Bottega delle Idee, in forma COMPLETAMENTE GRATUITA.

LA BOTTEGA DELLE IDEE
www.labottegadelleideetaranto.it
bottegadelleidee.bot@alice.it
info@labottegadelleideetaranto.it
----------------
----------------


PRESENTAZIONE DEL LIBRO "DAGLI ECCESSI
DELLO SPRECO ALLA CULTURA DELLA SOBRIETA`"

Venerdì 7 maggio 2010, all`interno della Rassegna d`Arte proposta dallo Studio d`Arte "Ai quattro venti" sito in via Toscana 11 a Taranto, è stato presentato il libro " Dagli eccessi dello spreco alla cultura della sobrietà" scritto da Antonio Falerno e prodotto dalla Bottega delle Idee.
L`Associazione La Bottega delle Idee, guardando alla costruzione di un piccolo ponte di partecipazione civica in favore della collettività tarantina, al fine di contribuire alla rinascita civile e culturale di Taranto, intende impegnarsi per la costruzione di una rete dell`associazionismo sociale tarantino che possa lavorare sulla partecipazione e l`autogestione dal basso. Pertanto ritenendo indispensabile collaborare e interagire con altre associazioni, libere e democratiche, che guardano come noi agli interessi della collettività e del territorio, è stata lieta di collaborare con lo studio d`arte "Ai quattro venti".

LA BOTTEGA DELLE IDEE
www.labottegadelleideetaranto.it
bottegadelleidee.bot@alice.it
info@labottegadelleideetaranto.it

__________________________
__________________________

ATTIVITA` 2009

"SI PUO` FARE ANCHE A TARANTO SI PUO` FARE"

Mercoledì 16 dicembre 2009 alle ore 17,30 nella sala della Biblioteca comunale di Taranto “P.Acclavio” si è svolto l’incontro-dibattito relativo ai temi che scaturiscono dalle riflessioni contenute nel libro “DAGLI ECCESSI DELLO SPRECO ALLA CULTURA DELLA SOBRIETA’” – Edizioni Archita – scritto da Antonio Falerno e pubblicato per “La Bottega delle Idee”.
La manifestazione, organizzata dall’Associazione “La Bottega delle Idee”, dal CSV, dall’Adiconsum e dal movimento CittadinanzAttiva, oltre che patrocinata dalla Presidenza della Regione Puglia, nasce dall’esigenza di proporre una sorta di guida al cambiamento, in atto dal basso, alternativo alla crescita illimitata che alimenta la società dello spreco. Guida che vuole essere filo conduttore all’attività sociale della nostra associazione, nata con la finalità d’inserirsi in quella soggettività meta politica che ha come protagonisti i cittadini che si organizzano in quella rete diffusa e molecolare delle comunità.
L’iniziativa rientra in un progetto dal titolo ambizioso: “Si può fare, anche a Taranto si può fare”.
Si tratta di un nuovo modello culturale di sviluppo compatibile da proporre ai cittadini e alle istituzioni locali per un buon governo in favore di un reale benessere della comunità.
Per questo è stato molto interessante il confronto su questi temi fra Fabio Picciolini (Segreteria Nazionale ADICONSUM), Carlo Martello (Presidente Centro Servizi Volontariato di Taranto), Nello De Padova (Socio fondatore del Movimento Decrescita Felice), coordinati da Antonio Falerno.
La serata,curata da Luigi Calabrese presidente dell’Associazione La Bottega delle Idee e da Marina Venezia del movimento CittadinanzAttiva, ha avuto un grande consenso di pubblico.

LA BOTTEGA DELLE IDEE
www.labottegadelleideetaranto.it
bottegadelleidee.bot@alice.it
info@labottegadelleideetaranto.it

-----------------------
-----------------------


“ ALLA RISCOPERTA DELL`IDENTITA` PERDUTA”

Il secondo appuntamento dedicato a questo progetto, dedicato alla riscoperta del nostro territorio e delle nostre radici, si è svolto domenica 13 dicembre 2009 andando, sui binari della storia, "ALLA FIERA DI SANTA LUCIA A LECCE CON IL TRENO D`EPOCA"
L’escursione organizzata dalla BOTTEGA DELLE IDEE in collaborazione con l`Associazione Treni Storici di Puglia ha organizzato, esclusivamente per i propri soci, una visita alla fiera di Santa Lucia a Lecce e alla mostra dei presepi in cartapesta con il treno d`epoca.
Chi di noi non è attratto dall`andare a visitare nel periodo natalizio i presepi napoletani di San Gregorio Armeno o quelli della più vicina Lecce, la cui lavorazione risale al XVII secolo, esposti alla Fiera dei Pupi che ha luogo in piazza S.Oronzo ed in Piazza Duomo?
Quanti di noi ricordano quei treni, con carrozze di 2° cl. con sedili in legno e locomotive che non superavano i 100 Km/h, che ci portavano a Bari all`Università o in giro per la Puglia e la Basilicata. Oggi hanno un fascino incredibile. E` stato un viaggio tra passato e presente, di un sapore e di una suggestione intramontabile, ed in più l’occasione per scambiarci gli auguri di Natale.
I soci della Bottega delle Idee hanno avuto la possibilità di viaggiare sulla carrozza n. 5, così detta delle 100 porte, con tanti finestrini che hanno permesso una bellissima visuale del paesaggio, in una giornata meteorologicamente perfetta.
Gli amici dei Treni storici si sono resi disponibili per brevi descrizioni tecniche sui rotabili, ricordando anche l`impiego dei treni nelle drammatiche vicende sociali e storiche collegate alle guerre mondiali, alle emigrazioni, ai viaggi della speranza.

LA BOTTEGA DELLE IDEE
www.labottegadelleideetaranto.it
bottegadelleidee.bot@alice.it
info@labottegadelleideetaranto.it


----------------
----------------

“ ALLA RISCOPERTA DELL`IDENTITA` PERDUTA”

Il primo appuntamento di questo nuovo progetto dedicato alla riscoperta del nostro territorio e delle nostre radici, si è svolto domenica 11 ottobre 2009.
Attraverso un gemellaggio con l’ASSOCIAZIONE TARANTO CENTRO STORICO, quindi in piena sintonia con gli scopi statutari alla base del nostro impegno sociale, attraverso la continua ricerca di convergenze e sinergie con altre associazioni presenti sul territorio, iniziamo un viaggio verso LA RISCOPERTA DELL’IDENTITÀ PERDUTA. Un’occasione per conoscere una Taranto sconosciuta a molti ed incredibilmente affascinante, comprenderne il dialetto, rispettarne gli usi e i costumi, attraverso i suoi vicoli, le postierle, le piazzette, gli archi che sono ancora lì a far da sfondo ad un popolo, che in mezzo ai vicoli della città vecchia, procedeva nel cammino della vita e che poi, cresciuto troppo in fretta, ha dimenticato le proprie radici.
Dopo esserci ritrovati in P.zza Castello alle ore 9,30 per circa 3 ore abbiamo percorso gli antichi vicoli della città vecchia e, tra anedotti, storia, modi di dire, viaggiato in quel mondo di tarentinità sconosciuto a molti (VEDI NEWS).
Un`esperienza davvero suggestiva e da ripetere, magari nel periodo natalizio, alla riscoperta del "Natale tarantino fatto in casa" dove riti, tradizioni e devozione si intrecciano in un mix suggestivo.

LA BOTTEGA DELLE IDEE
www.labottegadelleideetaranto.it
bottegadelleidee.bot@alice.it
info@labottegadelleideetaranto.it

----------------
----------------

“ MINI OLIMPIADI 2009 ”
1° Edizione

Dal 9 al 23 maggio 2009 ( VEDI NEWS - FILMATI E FOTO)l`Associazione ha organizzato le “Mini olimpiadi” con i ragazzi delle scuole medie inferiori Alfieri,Bettolo, Colombo,Dante,Don Bosco,Leonida e Pirandello, coinvolgendo anche le amministrazioni locali della Regione Puglia, Provincia e Comune di Taranto. Grazie al valore dello sport e alla capacità di aggregazione che ne fa un importante veicolo di maturazione sociale, attraverso una serie di tornei, che fanno riferimento ai grandi sport nazionali e maggiormente diffusi, abbiamo inteso stimolare il maggior numero possibile di studenti della scuola media inferiore di Taranto.
Questa 1° Edizione delle Mini Olimpiadi 2009 ha rappresentato davvero una esperienza unica e molto positiva.

LA BOTTEGA DELLE IDEE
www.labottegadelleideetaranto.it
bottegadelleidee.bot@alice.it
info@labottegadelleideetaranto.it

-----------------
-----------------

" TARANTO: IL RISCATTO DELLA MEMORIA "

Il 6 MARZO 2009 l`Associazione ha reso omaggio a Giovanni Acquaviva offrendo alla nostra città una riflessione autorevole sul pensiero e le opere del decano dei giornalisti di Taranto morto di recente.
Giovanni Acquaviva è stato, oltre che fondatore e Direttore dello storico giornale “Corriere del Giorno”, vivendo da vicino tutti gli avvenimenti nazionali e locali, partecipando attivamente alla vita sociale, culturale, politica ed economica di Taranto e provincia, un punto di riferimento incontestabile per più generazioni.
Una serata particolarmente emozionante a cui hanno partecipato Silvano Trevisani, giornalista del Corriere del Giorno, Piero Massafra, editore, Giorgio Acquaviva, giornalista del Giorno di Milano, e Luigi Calabrese presidente dell`Associazione La Bottega delle Idee. La manifestazione, coordinata da Roberto Cofano, ha riscontrato il successo del numeroso pubblico presente nel salone di rappresentanza della Provincia di Taranto.
Una bella occasione per parlare di cultura e di un passato troppo presto dimenticato.

LA BOTTEGA DELLE IDEE
www.labottegadelleideetaranto.it
bottegadelleidee.bot@alice.it
info@labottegadelleideetaranto.it

---------------
---------------


ATTIVITA` 2008

" SI PUO` FARE ANCHE A TARANTO SI PUO` FARE "

La seconda iniziativa, che si è svolta il 15 DICEMBRE 2008 presso la Biblioteca "P. Acclavio" di Taranto, identificata dallo slogan: “DePILiamoci - Si può fare, anche a Taranto si può fare”, si è basata su una nuova linea di pensiero economico, così detto “decrescita felice”, alternativo alla crescita sconsiderata di beni e servizi legata ai consumi superflui e dannosi per la collettività. Si tratta di un nuovo modello culturale di sviluppo compatibile da proporre alle istituzioni locali per un buon governo in favore di un reale benessere dei cittadini, attraverso una crescita culturale, in senso lato, di una comunità civica come quella tarantina. Vi è al riguardo in tutta Italia un fiorire d’iniziative nate intorno a questo nuovo modello di sviluppo alternativo che possono essere prese a riferimento e riportate nel contesto territoriale nel quale agiamo.

LA BOTTEGA DELLE IDEE
www.labottegadelleideetaranto.it
bottegadelleidee.bot@alice.it
info@labottegadelleideetaranto.it

---------------
---------------

" TARANTO: IL RISCATTO DELLA MEMORIA "

Il primo appuntamento in assoluto della Bottega.
Un progetto, attraverso cui, andare alla riscoperta di quei particolari e significativi eventi che la città ha vissuto nel secondo cinquantennio del secolo scorso, determinanti per la vita sociale, politica, economica del nostro territorio, vissuti, a volte intensamente, altre quasi con disinteresse, da una comunità che sarebbe potuta diventare la capitale dello sviluppo del mezzogiorno.
Per questo abbiamo pensato di partire attraverso un
riconoscimento, un tributo, un omaggio a chi, protagonista politico indiscusso di quegli anni è stato determinante in quel processo di trasformazione.
La serata del 19 SETTEMBRE 2008 dal titolo "Aldo Moro: Il riscatto della memoria", si è svolta nel salone di rappresentanza della Provincia di Taranto. L’evento fuori della contingenza dolorosa e drammatica che, al contrario, nella ricorrenza del 30° anniversario della sua morte varie iniziative hanno voluto sottolineare, si è basato sulla figura di Aldo Moro che, ancora oggi, vive la sua evidente contemporaneità. Egli non è personaggio da celebrare o da ricordare solo in momenti speciali, quali le ricorrenze del suo rapimento o del suo assassinio, ma da onorare per l’attualità delle sue idee, come della sua politica e della sua straordinaria capacità di confrontarsi con gli altri.
Sono stati ospiti della serata Agnese Moro, figlia del grande statista, Mino Martinazzoli, ultimo segratario nazionale della Democrazia Cristiana, e Nicola Rana, segretario particolare di Moro.
Un grandissimo successo di pubblico che ha ascoltato attentamente i tre relatori. Nel corso della serata sono stati anche proiettati dei filmati relativi alla vita di Aldo Moro con delle foto, di cui molte inedite, della presenza di Moro a Taranto, riportate nel volume prodotto dalla Bottega per le Edizioni Archita e curato da Roberto Cofano "Aldo Moro: La città non dimentica"


Il presidente
Luigi Calabrese





- Pubblicazioni
- Siti Utili
- Autocertificazioni
- Certificati
- Musei
- Biblioteche
- Associazioni
- Spettacoli ed Eventi
- Utilità
- Marcia per l`ambiente
- Foto FUMO NERO SU TARANTO
- Corsi di formazione



Area Riservata

Username


Password